Convegni e Workshops

  • Workshop di disseminazione dei risultati del progetto “SECOND LIFE: Seafarers work and live better having alternatives of a future job ashore” - Il Centro Italiano di Eccellenza sulla Logistica i Trasporti e le Infrastrutture (CIELI) dell’Università degli Studi di Genova, con la collaborazione del Dipartimento di Economia (DIEC), organizza un Workshop per la disseminazione dei risultati del progetto SECOND LIFE. Lo studio si è posto l’obiettivo di esaminare le principali skills e competenze (hard e soft) sviluppate dai marittimi italiani al fine di comprendere come le stesse possano proficuamente essere impiegate anche nell'ambito di possibili carriere professionali in settori e attività produttive “a terra” riconducibili alla filiera logistico-portuale.
    18 gennaio 2019, ore 09.30, Sala delle Lauree del Dipartimento di Economia, Via Vivaldi 5 (per partecipare all'evento, si prega di inviare una e-mail all'indirizzo secondlife.cieli@gmail.com)


Seminari e testimonianze

 


Altri eventi

  • Il progetto “CAMBIO VIA”, a cui il Dipartimento di Economia partecipa come soggetto attuatore, è stato selezionato e verrà finanziato nell'ambito del programma transfrontaliero INTERREG ITALIA-FRANCIA MARITTIMO 2014-2020.
    Sono stati resi pubblici i risultati delle selezioni dei progetti del programma transfrontaliero INTERREG ITALIA-FRANCIA MARITTIMO 2014-2020. Tra quelli selezionati, il Dipartimento di Economia partecipa come soggetto attuatore al progetto “CAMBIO VIA”.
    Il progetto, per un budget totale 2,3 milioni di euro, di cui 565 mila per la Liguria, ha lo scopo di avviare un percorso per la formazione di un modello economico per l'entroterra basato sui valori ambientali e naturali che consenta di collocare i prodotti tipici, i luoghi e gli itinerari sui mercati dell'alta e altissima qualità, migliorando e promuovendo il valore e l'accessibilità delle aree naturali, rurali, dei luoghi sacri e storici, frenando la perdita di biodiversità, formando nuove generazioni di imprenditori rurali, sviluppando strumenti di marketing e comunicazione, e sviluppando la catena dei prodotti tipici e delle filiere associati al patrimonio culturale con la creazione di veri e propri itinerari transfrontalieri, ad esempio della transumanza.
    Oltre alla capofila Regione Liguria, il progetto ha come partner Regione Sardegna, Regione Toscana, Corsica e PACA.