Gli ERP e la conoscenza contabile



Assegnista: dott. Massimo ALBANESE
Responsabile scientifico: prof. Alberto QUAGLI

Descrizione: L’incessante evoluzione dell’ICT ha comportato e comporta la continua crescita del livello di automatizzazione di larghissima parte dei processi aziendali. Nel caso degli Enterprise Resource Planning (ERP) Systems, lo sviluppo tecnologico ha potenziato a tal punto le capacità dei software da rendere le competenze umane, poiché incorporate negli applicativi, quasi irrilevanti. Questa dinamica determina, con particolare riferimento ai moduli degli ERP riguardanti le attività contabili, un progressivo svuotamento della conoscenza contabile o, meglio, un ridisegno del perimetro dei soggetti chiamati a mantenere questo tipo di conoscenza. Infatti, la completezza dei modelli contabili e il livello di prescrittività degli ERP alimentano il passaggio delle conoscenze degli operatori da conoscenze di tipo know why, che prevedono la conoscenza della logica alla base delle rilevazioni contabili, a conoscenze di tipo know how, vale a dire una conoscenza riferibile a un uso corretto del programma ma acritica. Lo scopo del progetto di ricerca è quello di indagare i nuovi “perimetri” della conoscenza contabile nell’ambito degli Enterprise Resource Planning systems e di analizzare il ruolo dell’accounting education in questi scenari.


Valutazione dei costi e benefici derivati dall'analisi dei servizi eco-sistemici
delle Aree Marine Protette


Assegnista: dott.ssa Fiorenza CARRARO
Responsabile scientifico: prof.ssa Barbara CAVALLETTI

Descrizione: Secondo il Millennium Ecosystem Assessment, negli ultimi cinquant’anni gli esseri umani hanno modificato gli ecosistemi più rapidamente e estesamente che in qualsiasi altra epoca. Questi mutamenti, in parte necessari a soddisfare la crescente domanda di beni e servizi, hanno portato a miglioramenti del benessere umano, ma determinato al contempo il degrado di molti servizi ecosistemici. Il progetto di ricerca si propone di delineare i fondamenti e le procedure necessarie per realizzare una contabilità ambientale basata sulla quantificazione del valore economico del patrimonio ambientale e delle variazioni degli ecosistemi che lo mantengono, con specifico riferimento alle Aree Marine Protette italiane. Scopo finale è identificare, ricorrendo anche ad analisi costi/benefici, uno strumento conoscitivo e gestionale che, tenendo in considerazione le specificità locali, consenta di attuare politiche di gestione ad hoc.


Banca e finanza a Genova tra XIX e XX secolo


Assegnista: dott.ssa Luciano MAFFI
Responsabile scientifico: prof.ssa Maria Stella ROLLANDI

Descrizione: In età liberale l’élite finanziaria genovese gioca un ruolo di primo piano nello sviluppo economico italiano. Pur delineando un efficace quadro di riferimento, sino ad oggi la letteratura storico-economica, condizionata dalla tipologia di informazioni accessibili, ha lasciato in ombra aspetti nodali delle problematiche affrontate. Il riordino di alcuni fondi conservati presso il Centro di studi e documentazione di Storia economica “Archivio Doria” del Dipartimento di Economia consente di avviare un’indagine approfondita finalizzata a colmare in parte tali lacune. A partire dallo studio delle fonti citate, l’assegno di ricerca svilupperà in termini innovativi l’analisi di queste tematiche, in particolare approfondendo le strategie di investimento di importanti gruppi familiari e come esse si coniughino con le dinamiche economiche nazionali e internazionali del periodo.


Regolamenti di Ateneo sugli assegni di ricerca
Per informazioni:
Viviana PASTORINO
Tel. + 39 010 209 5232
E.mail: ricerca@economia.unige.it