Contatti: Ufficio Stage e Tirocini


ATTIVAZIONE DI TIROCINI CURRICULARI


Ogni studente, prima di iniziare il periodo di tirocinio, deve obbligatoriamente seguire il corso “Formazione generale sulla sicurezza e salute sul lavoro” e superare il relativo test finale.
Per attivare un tirocinio curriculare gli studenti tirocinanti devono compilare il "Modulo tirocinante studente" ed inviarlo all'indirizzo stage@economia.unige.it o recarsi all'Ufficio Tirocini personalmente in orario di ricevimento per definire le caratteristiche del tirocinio.

Il tutor universitario è un docente scelto dal tirocinante, eventualmente con il supporto dell’Ufficio Tirocini, che il tirocinante dovrà periodicamente e regolarmente aggiornare sull’andamento del tirocinio.


Qualunque sia la tipologia di tirocinio curriculare la durata massima non può superare i 12 mesi durante il singolo corso di studi

Con riconoscimento di crediti

Regole generali per entrambe le tipologie di laurea (triennale e magistrale)

  • È necessario inserire il tirocinio nel piano di studi ed individuare un Docente, in qualità di tutor, che verifichi la corrispondenza tra il progetto formativo e il percorso universitario e che il tirocinante ha l'obbligo di aggiornare periodicamente e regolarmente sull’andamento del tirocinio. Anche l’impresa ha l’obbligo di individuare un tutor interno
  • È ammesso l’accreditamento soltanto se il tirocinio è stato svolto da studenti effettivamente iscritti ai corsi di Laurea (rimane esclusa anche la carriera ponte)
  • Solo per i tirocini curriculari con riconoscimento di crediti esiste l’obbligo di un monte ore settimanale minimo da svolgere (20 ore settimanali per almeno tre mesi per un totale di 240 ore nel trimestre)
  • È possibile attivare un tirocinio solo con aziende o enti già convenzionati o ancora da convenzionare, anche su segnalazione degli studenti stessi, purché la convenzione sia antecedente al progetto formativo
  • Il tirocinio deve essere formalizzato attraverso la compilazione di un Progetto Formativo firmato dal soggetto promotore, dall’azienda ospitante e dal tirocinante. In assenza di questo documento il tirocinio non può essere considerato tale e non ha valore ai fini dell’accreditamento
  • Il tirocinio può essere svolto presso soggetti ospitanti gestiti o controllati dal coniuge o da parenti o affini entro il terzo grado soltanto previa autorizzazione della Commissione Tirocini e comunque a condizione che il tutor aziendale non sia il coniuge o un parente o un affine entro il terzo grado del tirocinante
  • Al termine del tirocinio il tutor dell’impresa o dell’ente ospitante deve redigere una breve relazione sul suo avvenuto svolgimento e sul suo esito. Tale relazione, controfirmata dal tutor didattico che ha seguito il tirocinante, viene consegnata al responsabile per i tirocini

Esclusivamente per la Laurea triennale:

  • Requisito minimo richiesto è l’aver già acquisito almeno 90 CFU prima dell’inizio del tirocinio

Tirocini attivati con enti esterni, diversi dall’Università, come soggetti promotori:

Permettono di acquisire crediti formativi solo se:
  • L’ente promotore è un soggetto legittimato a promuovere tirocini ai sensi delle discipline nazionali o regionali in vigore
  • Il tirocinio è comunque stato inserito nel piano di studi dello studente
  • Tale tirocinio ha avuto una durata di almeno 6 mesi per 20 ore settimanali ed è stato svolto da studenti effettivamente iscritti ai corsi di Laurea (rimane esclusa anche la carriera ponte)
  • Esclusivamente per la Laurea triennale, lo studente aveva già acquisito almeno 90 CFU
  • È stato redatto un Progetto Formativo firmato da tutti i soggetti coinvolti che attesti inizio e fine del tirocinio e gli obiettivi formativi previsti
  • L’ente o l’impresa ospitante hanno certificato il buono svolgimento del tirocinio
  • L’oggetto del tirocinio è stato coerente con i programmi formativi specifici dei corsi di Laurea di Economia dell’Università di Genova
Senza riconoscimento di crediti

  • Non viene riconosciuto nessun accreditamento per gli studenti che abbiano già svolto un tirocinio con accreditamento nello stesso corso di laurea o che abbiano già completato il numero di CFU richiesti ma desiderino comunque applicare “sul campo” le nozioni apprese
  • È ammesso il tirocinio solo per gli studenti effettivamente iscritti ai corsi di Laurea (rimane esclusa anche la carriera ponte)
  • La durata dello stage viene concordata tra il tirocinante e l’impresa entro i termini di legge
  • È possibile attivare un tirocinio solo con aziende o enti già convenzionati o da convenzionare, anche su segnalazione degli studenti stessi, purché la convenzione sia antecedente al progetto formativo
  • Il tirocinio deve essere formalizzato attraverso la compilazione di un Progetto Formativo firmato dal soggetto promotore, dall’azienda ospitante e dal tirocinante. Un tirocinio attivato con un Ente esterno all’Università, non per le finalità sopracitate (Crediti Formativi Universitari), esula totalmente da qualunque considerazione